Sentieri selvaggi in Naturismo

Sentieri selvaggi in Naturismo

Virginia Guastella (1979)
Novità, per sestetto
(commissione 2022 di Sentieri selvaggi)

Carlo Boccadoro (1963)
Red Harvest, per violoncello e vibrafono

Armando Bayolo (1973)
Wide Open Spaces, per sestetto

Charles Wuorinen (1938 – 2020)
Bearbeitungen über das Glogauer Liederbuch, per quattro strumenti

Michel Van der Aa (1970)
Just Before, per pianoforte e soundtrack

Timo Andres (1985)
Checkered Shade, per sestetto

Direttore Carlo Boccadoro

Sentieri Selvaggi
Flauto Paola Fre
Clarinetto Mirco Ghirardini
Vibrafono e percussioni Andrea Dulbecco
Pianoforte Andrea Rebaudengo
Violino Piercarlo Sacco
Violoncello Aya Shimura

Concerto nell’ambito della rassegna Mappe Sonore

Sentieri selvaggi nasce nel 1997 da Carlo Boccadoro, Filippo Del Corno e Angelo Miotto con lo scopo di avvicinare la musica contemporanea al grande pubblico. Il debutto dell’ensemble a Milano registra il tutto esaurito, fin dall’esordio i concerti sono caratterizzati dalle informali presentazioni parlate di ogni brano. Sentieri selvaggi stringe collaborazioni con i più importanti compositori della scena internazionale – come David Lang, Louis Andriessen, James MacMillan, Philip Glass, Gavin Bryars, Michael Nyman, Julia Wolfe, Fabio Vacchi, – e promuove una nuova generazione di compositori italiani quali Carlo Boccadoro, Francesco Antonioni, Silvia Colasanti, Giovanni Mancuso, Mauro Montalbetti e Giovanni Verrando. L’Ensemble è regolarmente ospite delle principali stagioni musicali italiane e di importanti festival internazionali.

Comunicato Stampa Sentieri selvaggi in Naturismo

Dettagli