Musica per la pace

Musica per la pace

DUE SERATE PER L’UCRAINA

Il Teatro Sociale di Como dedica due serate a favore della pace tra Ucraina e Russia, attraverso le arti creative, musica, opera e danza

MUSICA PER LA PACE

Il Teatro Sociale di Como ha deciso di far sentire la propria vicinanza alla popolazione ucraina organizzando due serate a favore della pace: la prima sarà MUSICA PER LA PACE, in programma per martedì 5 aprile alle ore 20.30.
Il concerto, organizzato da AsLiCo, con il coordinamento di Davide Alogna e Antonello D’Onofrio, vedrà un alternarsi di diversi artisti, provenienti dal territorio, ma anche da tutta Italia, dalla Russia e dall’Ucraina.
I proventi della serata saranno interamente devoluti alla Caritas Diocesiana.
Tutti i musicisti e i lavoratori coinvolti nella serata parteciperanno a titolo gratuito.

Il famoso giornalista Nello Scavo, reporter internazionale, cronista giudiziario e corrispondente di guerra, aprirà la serata con un monologo sulla situazione mondiale attuale.
Daranno poi il via alla musica Chiara Zanisi, musicista milanese, violinista specializzata in musica antica su strumenti originali, e il violoncellista Paolo Beschi con una Sonata in sol maggiore di Bach.
Oleg Marshev, pianista sovietico e russo, nato a Baku e da molti anni residente in Italia, porterà un notturno, considerato tra le composizioni più emblematiche e cupe del romanticismo chopiniano.
Ancora pianoforte, questa volta a 4 mani, con il duo Miroirs, nato da un’amicizia decennale tra due musicisti Antonello D’Onofrio e Claudio Soviero, che hanno deciso di far confluire le loro brillanti carriere solistiche in un progetto comune. Suoneranno un brano di Rapsodie espagnole, una delle prime grandi opere per orchestra di Ravel.
Arpista, compositrice e produttrice comasca, Floraleda Sacchi fa parte di una nuova generazione di musicisti d’avanguardia che vanno oltre le convezioni e gli stili, portando il linguaggio classico nel 21° secolo, in particolare combinandolo con la tecnologia e i nuovi media. Dalla sua arpa risuonerà la musica di Ludovico Einaudi e la Suite española op. 47 di Isaac Albéniz, virtuoso pianista e compositore spagnolo.
Il sassofonista Jacopo Taddei e il pianista Luigi Nicolardi formano un duo inconsueto e accattivante che, intrecciando le sonorità del sax al pianoforte, porta alla scoperta di musiche poco note. Si esibiranno in Gate del compositore contemporaneo britannico Graham Fitkin.
Il violinista di fama internazionale Davide Alogna, palermitano di nascita ma comasco d’adozione, con un’intensa attività solistica a livello mondiale, suonerà con il pianista messinese Giuseppe Gullotta, una sonata per violino e pianoforte di Schumann.
Spazio anche all’opera lirica: il baritono comasco Carlo Cantoni, accompagnato al pianoforte da Marco Borroni, si esibirà in arie tratta dal Nabucco di Verdi e da Andrea Chénier di Giordano.

La seconda parte del concerto sarà aperta da Giuseppe Andaloro, considerato uno dei maggiori pianisti concertisti internazionali della sua generazione, che farà ascoltare al pubblico una parte della Sonata per pianoforte n. 1 del russo Rachmaninov, di rara e difficile esecuzione.
Due artisti russi si esibiranno insieme nella trascrizione della preghiera ebraica Kol Nidrei di Max Bruch dalla versione originale con orchestra: Iakov Zats, alla viola, israelita, nato in Russia da genitori ucraini, e Vsevolod Dvorkin, pianista riconosciuto oggi come un interprete intelligente e di grande cultura.
Non può mancare il jazz. Il Duo Flavio Minardo Arrigo Cappelletti, collaboratori da anni in svariati progetti al di là dei generi, porterà sul palcoscenico del Teatro Ornette Coleman, considerato il padre del movimento free jazz, e Steve Swallow, artista influente che ha contribuito a definire il suono del post-bop, della fusion e del jazz creativo moderno.
Da un duo passiamo al Carlo Uboldi Jazz Trio. Considerato tra i più quotati pianisti Italiani di jazz a livello internazionale, Uboldi ha fatto del blues e dello swing la sua più grande passione sul pianoforte che prosegue tuttora con alle spalle oltre 4000 concerti jazz. Insieme a Antonio Cervellino e Marco Castiglioni, improvviserà una jam session.
Grande artista del territorio e non solo, Davide Van De Sfroos, in questo momento in tour in tutta Italia, torna al Sociale appositamente per questa serata. Questa volta, solo con la sua chitarra, dedicherà al pubblico una speciale versione di Sciuur capitan contro la guerra.
In chiusura, l’artista ucraina Kseniia Overko, giovane soprano di soli 24 anni da poco tempo in Italia, canterà accompagnata al pianoforte da Eric Foster; brano scelto è Song to the Moon tratto da Rusalka, opera fiabesca, ambientata nel mondo della natura incantata particolarmente caro alla sensibilità di Antonín Dvořák. Rusalka canta quest’aria chiedendo alla luna di rivelare il suo amore al Principe.
Un messaggio di amore, speranza e pace per il futuro.

I protagonisti di Musica per la pace 

 NELLO SCAVO, giornalista

CHIARA ZANISI, violino
PAOLO BESCHI, violoncello
Johann Sebastian Bach, Sonata in sol maggiore per violino solo e basso continuo, BWV 1021, I. Adagio

OLEG MARSHEV, pianoforte
Fryderyk Chopin, Nocturne n.13 in do minore op. 48 n°1

DUO MIROIRS, pianoforte a 4 mani
Maurice Ravel, Rapsodie espagnole, op.54, IV Feria. Assez animé

FLORALEDA SACCHI, arpista
Ludovico Einaudi, Elegy for the Arctic
Isaac Albéniz, Suite española, Op. 47: No. 5, Asturias (Leyenda)

DUO JACOPO TADDEI E LUIGI NICOLARDI, saxofono e pianoforte
Graham Fitkin, Gate

DAVIDE ALOGNA, violino
GIUSEPPE GULLOTTA, pianoforte
Robert Schumann, Sonata per violino e pianoforte n.1 in la minore, op.105, I. Mit leidenschaftlichem Ausdruck

CARLO CANTONI, baritono
MARCO BORRONI, pianoforte
Giuseppe Verdi, Nabucco, Dio di Giuda!
Umberto Giordano, Andrea Chénier, Nemico della Patria

 

GIUSEPPE ANDALORO, pianoforte
Sergej Vasil’evič Rachmaninov, Sonata per pianoforte n. 1 in re minore, op.28, II. Lento

IAKOV ZATS, viola
VSEVOLOD DVORKIN, pianoforte
Max Bruch, Kol Nidrei op.47

DUO FLAVIO MINARDO ARRIGO CAPPELLETTI, chitarra jazz e pianoforte
Ornette Coleman, Lorraine
Steve Swallow, Falling Grace

TRIO JAZZ CARLO UBOLDI, ANTONIO CERVELLINO, MARCO CASTIGLIONI, pianoforte, contrabbasso, batteria
World Hymn / Welcome to Nippon

DAVIDE VAN DE SFROOS, cantautore
Sciuur Capitan

KSENIIA OVERKO, soprano
ERIC FOSTER, pianoforte
Antonín Dvořák, Rusalka: Měsíčku na nebi hlubokém (Song to the Moon)

 

Per chi volesse donare ulteriormente, segnaliamo i dati per la raccolta fondi promossa dalla Caritas


Caritas Diocesiana Como
Viale Battisti n.8 – Como
Credito Valtellinese IBAN  IT 95 F 05216 10900 0000 0000 5000
Causale: Emergenza Ucraina
I soldi raccolti serviranno per la gestione degli aiuti direttamente in Ucraina e per sostenere le famiglie in arrivo sul territorio comasco.

 

Dettagli