Le luci della centrale elettrica

Le luci della centrale elettrica

Arena Teatro Sociale
giovedì, 10 luglio – ore 21.30

in Costellazioni

Voce e chitarra
Vasco Brondi

Elettronica e moog
Ettore Bianconi

Percussioni
Sebastiano De Gennaro

Chitarre elettriche e chitarre acustiche
Andrea Faccioli

Violoncello
Daniela Savoldi

in collaborazione con
Mondovisione

Via Audio
Auto Rock Produzioni

«Le luci della centrale elettrica come un’orchestrina spaziale. Con percussioni e beat elettronici, chitarre distorte e violoncello, moog e pianoforte. Suoni organici e suoni elettronici. Il palco sarà come un bar che si trova tra la via Emilia e la via Lattea. Protagoniste saranno le storie provinciali e spaziali raccontate, cantate e gridate.»

Così Vasco Brondi, classe 1984, racconta Costellazioni, il tour tratto dall’omonimo album (il terzo della band, dopo Canzoni da spiaggia deturpata 2008, Per ora noi la chiameremo felicità 2010), uscito nel marzo 2014 e già definito uno dei dischi italiani più importanti dell’anno, in cima alle classifiche italiane. Il giovane cantautore ferrarese, che solo pochi anni fa ha dato vita a Le luci della centrale elettrica, attraversa linguaggi artistici diversi e complementari: musica, libri, cinema, fumetto, videoclip, ma anche social network, pittura, danza, per poi scrivere canzoni dal suono violentissimo e dalla densa scrittura. Una voce personalissima e potente, un sound sofisticato, storie piccole e grandi, echi di De André, Rino Gaetano e Battiato.