LE 4 STAGIONI DI VILLA ERBA II ed. – Parco in festa
LE 4 STAGIONI DI VILLA ERBA II ed. – Parco in festa
LE 4 STAGIONI DI VILLA ERBA II ed. – Parco in festa
LE 4 STAGIONI DI VILLA ERBA II ed. – Parco in festa

LE 4 STAGIONI DI VILLA ERBA II ed. – Parco in festa

LE 4 STAGIONI DI VILLA ERBA 2024

Prosegue e si rafforza il progetto partecipativo, culturale e artistico, ideato e promosso da Villa Erba, in collaborazione con il Teatro Sociale di Como AsLiCo, con il contributo del Comune di Cernobbio e il patrocinio della Provincia, del Comune di Como e della Camera di Commercio Como-Lecco.

La seconda giornata in calendario, in collaborazione con il Teatro Sociale di Como AsLiCo, si tiene giovedì 25 luglio con l’appuntamento del format “Le Quattro Stagioni di Villa Erba” dedicato all’estate dal titolo “Parco in festa”.

Gli eventi sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. Presto tutte le news!!

 

ore 11.00 – Patio
ARIE D’INVERNO
Concerto di arie d’opera

da La Bohème di Giacomo Puccini
Donde lieta
Suji Kwon, soprano

da La Bohème di Giacomo Puccini
Che gelida manina
Davide Battiniello, tenore

da Don Pasquale di Gaetano Donizetti
Quel guardo il cavaliere
Aloisia De Nardis, soprano

da Macbeth di Giuseppe Verdi
Come dal ciel precipita
BaoPeng Wang, basso

da Turandot di Giacomo Puccini
Tu che di gel sei cinta
Suji Kwon, soprano

da Simon Boccanegra di Giuseppe Verdi
Il lacerato spirito
BaoPeng Wang, basso

da La Bohème di Giacomo Puccini
Quando m’en vo
Aloisia De Nardis, soprano

da La Bohème di Giacomo Puccini
O soave fanciulla
Suji Kwon, soprano
Davide Battiniello, tenore


Pianoforte
Eric Foster

I cantanti vincitori e finalisti del 75° Concorso Internazionale AsLiCo per giovani cantanti lirici, accompagnati al pianoforte dal M° Eric Foster, si esibiranno in alcune delle più belle arie, tratte dalle opere dei grandi compositori italiani. Tra queste, La Bohème di Giacomo Puccini, opera che inaugurerà la Stagione 2024-25 del Teatro Sociale di Como.

ore 14.00 e 15.30
VISITA GUIDATA DI VILLA ERBA
A cura di Donatella Bonini

Vaghe stelle dell’orsa. Omaggio per immagini a Luchino Visconti
a cura di Mario Bianchi

La prof.ssa Bonini guiderà i visitatori nella scoperta delle prestigiose ed eleganti sale della Villa. Chiuderà il tour la visione di un videomaggio al cinema di Luchino Visconti, a cura di Mario Bianchi.

ore 16.00 – Sala Feste
LA FIABA DI BACCA ROSSA
Spettacolo con personaggi animati per bambini dai 3 anni
Animatrice/burattinaia Paola Rovelli
Attore, animatore/burattinaio Dario Tognocchi

Sulla scena e nella baracca, sono numerose le creature che prendono vita: burattini, pupazzi e sagome, che personificano gli animali veri e fantastici che popolano il bosco. Uno spettacolo che è frutto di un lungo lavoro artistico e artigianale che Paola Rovelli e Dario Tognocchi hanno condotto utilizzando materiali come legno stoffa e cartapesta.
Bacca rossa, la nostra protagonista, è l’ultima ad essere rimasta sull’albero appesa al ramo, al sopraggiungere dell’inverno. Le sue sorelle, infatti, sono già partite verso le montagne di Ambarabà, condotte nel becco, dagli uccellini del bosco. Bacca rossa invece è rimasta da sola e dovrà affrontare tutte le difficoltà che con l’inverno stanno per sopraggiungere.
La scena, oltre alla baracca dei burattini, contiene un grande libro dove per magia prendono vita alcuni dei personaggi, come topi e uccellini. Uno spettacolo che è anche una avventura dentro le stagioni e quindi un percorso di iniziazione e crescita.  Al tempo stesso è uno spettacolo che invita a riflettere sui temi ecologici più attuali: il rispetto dell’ambiente, la conoscenza degli elementi di natura, l’amore per i boschi e gli animali.

ore 18.30 – Patio
CUARTETO TÌPICO POR ASTOR

Andrea Coruzzi (1998)
Fantasia por Astor

Astor Piazzolla (1921 – 1992)
Cuatro Estaciones Porteñas
Primavera Porteña, Verano Porteño, Otoño Porteño, Invierno Porteño
La muerte de l’Angel
Romance del diablo
Oblivion
Libertango

Bandoneon Andrea Coruzzi
Violino Andrea Marras
Contrabbasso Antonio Mercurio
Pianoforte Romina Vavassori

A cura di Associazione Culturale Musicale RAPSODY

I musicisti protagonisti di questo concerto, oltre ad essere meravigliosi esecutori di tango per la loro formazione e per aver collaborato con grandi solisti ed aver suonato in formazioni di prestigio, sono tutti grandi amanti del tango. Ciò porta inevitabilmente a far si che chi ascolta venga avvolto dalla passione e dall’energia di questa musica e del suo ritmo inconfondibile. Inoltre, se per le “Stagioni” di Piazzolla vengono usate le partiture originali composte dallo stesso Astor per il suo Cuarteto Tìpico, gli altri brani sono stati trascritti ed adattati appositamente da Andrea Coruzzi, in modo tale da far emergere le diverse sonorità di ogni singolo strumento, esaltando così i fraseggi e le immortali linee melodiche di questi pezzi.

ore 20.30 – Patio
A -50

Spettacolo tratto da “Preparare un fuoco” di Jack London
con Marco Ballerini

Oggi, molto spesso, diciamo: “Che freddo che fa quest’inverno?!”, anche se il freddo non c’è.
Ci imbacucchiamo come se dovessimo attraversare il Polo Nord, anche se poi restiamo poco tempo all’aperto e, appena possiamo, ci intrufoliamo in negozi, dove le temperature sono quasi equatoriali. Per noi italiani, certe città non sono per niente fredde; in altre, invece, il freddo è di casa. Il freddo vero, in pochi lo conosciamo, in pochi lo abbiamo davvero provato. Meno 15? Meno 20? Meno 25? Sì, a queste temperature fa freddo, è vero. E se ci trovassimo a meno 50? Riusciremmo a camminare nella neve per otto ore a 50 gradi sottozero?
“A -50” è un racconto tratto dal libro “Preparare un fuoco” di Jack London, in cui un uomo deve percorrere 45 chilometri nelle foreste del Klondike, la regione dello Yukon, nel Canada nord-occidentale. E per sopravvivere deve sapersi preparare un fuoco, e non può permettersi di farlo spegnere perché altrimenti ha solo pochi minuti per rimediare.

FUORI VILLA
Villa Bernasconi – Cernobbio

dalle ore 10.00 alle 18.00
FIRMATO LUCHINO. Le lettere ritrovate di Luchino Visconti al Maestro Lorenzo de Paolis
Mostra curata da Umberto de Paolis
Organizzata da Comune di Cernobbio in occasione de “Le quattro stagioni di Villa Erba”

Il progetto culturale, ideato e curato da Claudia Taibez con la collaborazione di Umberto de Paolis e Marco Marchetti, prevede la realizzazione una rassegna incentrata sull’esposizione di una collezione epistolare di cartoline e lettere completamente inedite – recentemente ritrovate e custodite dal pronipote Umberto de Paolis – indirizzate da Luchino Visconti, il Conte Giuseppe Visconti di Modrone e Carla Erba a Lorenzo de Paolis, maestro di violoncello di Luchino tra il 1917 e il 1924.
La corrispondenza, che copre un arco temporale che va dal 1917 al 1965, descrive scambi affettuosi e momenti di quotidianità e permette di approfondire aspetti inediti e poco conosciuti dell’esperienza di vita e formativa di Luchino prima che diventasse il celebre regista a tutti noto.

ore 17.00
VISITA GUIDATA IN COMPAGNIA DEL CURATORE
con Umberto de Paolis

Dettagli