Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Abbonamento PROSA OFF
Paese delle Facce gonfie
Abbonamento PROSA OFF

Abbonamento PROSA OFF

Gli spettacoli della PROSA OFF offrono momenti e spunti di riflessione e confronto sui temi attuali della nostra società.

 

Con l’ABBONAMENTO PROSA OFF potrete avere…

Fabrizio Bentivoglio in Lettura clandestina. La solitudine di un satiro di Ennio Flaiano (20 ottobre), un viaggio alla ricerca dell’Italia d’oggi con le parole di un grande protagonista dell’Italia che fu.

E poi ancora, Lella Costa ed Elia Schilton porteranno in scena Le nostre anime di notte, tratto dall’omonimo romanzo di Kent Haruf, con la regia di Serena Sinigaglia (15 novembre).

Gli altri. Indagine sui nuovissimi mostri (19 gennaio) affronta invece la cattiveria attuale che si aggira sui social, attraverso questi “nuovi mostri” definiti haters, gli odiatori di professione.

Il 27 gennaio Pierluca Mariti, o meglio @Piuttosto_Che, influencer, astro nascente della comicità social, racconta qualcosa di sé con una serie di letture dal titolo Ho fatto il Classico: un reading che combina monologhi comici con momenti di improvvisazione, qualche incursione didattica e uno o due fugaci momenti emotivi.

Il 9 febbraio Annagaia Marchioro porta Fame mia, uno spettacolo comico e poetico che parla di cioccolato e di desideri, di cibo e di ossessioni, di accettazione e di denutrizioni, liberamente ispirato al romanzo Biografia della fame di Amélie Nothomb.

A seguire Settanta volte sette (14 marzo) di Controcanto Collettivo affronta il tema del perdono e della sua possibilità nelle relazioni umane, raccontando la vita di due famiglie i cui destini s’incrociano in una sera.

In occasione del centenario della nascita di Testori e del cinquantesimo del Teatro Franco Parenti, Andrée Ruth Shammah fa rivivere La Maria Brasca, interpretata da Marina Rocco (23 marzo).

Si parla ancora di tecnologia con Overload (30 marzo): fra distrazioni di massa e mutazioni digitali, ci muoviamo immersi in un ambiente aumentato dai media; sovrastimolati dalle informazioni, viviamo in uno stato di allerta continua che gli antichi conoscevano solo in battaglia.

Il paese delle facce gonfie (19 aprile) è invece un monologo agrodolce per un evitabile disastro ambientale. Bignami si ispira ad uno dei più gravi incidenti ambientali della storia italiana, quando il 10 luglio del 1976 una nube di diossina si è sprigionata da una fabbrica di cosmetici a Seveso. Lo spettacolo racconta un disastro ambientale che avrebbe potuto essere evitato se si fosse dato ascolto a chi aveva a cuore la salute della gente.

Chiudiamo infine con lo spettacolo dedicato al grande naturalista: Curiositas. Della vita e della morte di Plinio il Vecchio (3 maggio). Attraverso un racconto partecipato ed emozionante, la pièce, prodotta dal Teatro Sociale di Como in coproduzione con Atir, dipinge un affresco appassionato sulla vita di Plinio, le sue fragilità, il suo rapporto conflittuale con la natura, ma soprattutto la sua innata curiositas, che lo portava ovunque a togliersi il sonno per poter continuare a studiare e scrivere pagine di rara bellezza.

 

10 SPETTACOLI IN ABBONAMENTO a soli 130€ in platea!!

 

 

Dettagli